venerdì, giugno 07, 2013

 

Riccione, Romagna mia, Romagna in fiore.


Romagnolità. Teniamoci su con la vita. Con due o tre pataccate. Pensieri frivoli di Romagna. Ovvero fastidi grassi. Quando ci vuole, ci vuole.
Clip di Cevoli, lusinghiero per le turiste svizzere, ha il torto minore di confondere il birro con il verro, ma questo va considerato come licenza poetica.
Le persone superficiali che danno per scontati i criteri esposti vanno oggi messe seriamente in guardia riguardo alla loro ingrata, sciagurata concezione e abitudine. Soprattutto se parliamo di nostri valori, sconosciuti altrove e quindi facilmente sviliti in nome della più bieca incomprensione o ignoranza. Anche se è pur vero che chi disprezza, alla fine, compera.



Etichette: , ,


giovedì, giugno 06, 2013

 

Da Mussolini a Riccione, fino a Coriano Ridge.







Benito Mussolini fu un grande testimonial di Riccione negli anni trenta grazie all'acquisto di una villa di vacanza proprio nella (allora) Perla Verde.
Dai paesi vicini accorsero a Riccione molti giovani come imprenditori o forza-lavoro per il turismo. Disgraziatamente, poi, le infelicissime scelte belliche del Duce mandarono in Russia a morire liofilizzati (insieme a centomila gavette di ghiaccio) pur sempre troppi giovani riccionesi (o neo-riccionesi, come mio zio Aldo Casadei).
Coriano (comune di 10000 abitanti a 7 km da Riccione) oggi è nota per aver dato i natali a Marco Simoncelli.
Nel settembre 1944 tuttavia divenne tristemente famosa insieme a Gemmano per una terribile controffensiva tedesca che causò molte perdite alle truppe alleate che risalivano l'Italia verso Rimini.
La storia della Linea Gotica e della ormai dimenticata battaglia di Rimini in quei giorni fatidici è ben raccontata da Wikipedia sia in inglese (Gothic Line) che in italiano (Linea Gotica) e vale la pena di leggerla, per non dimenticare quello che i nostri vecchi dovettero patire allora, ma non solo loro.
Numerosi archivi alleati ricordano con precisione nomi, luoghi e date dei tragici eventi.
(Per altra documentazione, basta cercare su Google i termini "Coriano Ridge" e troverete un gran numero di riferimenti, per lo più in inglese).
In quei mesi, decine e decine di migliaia furono i caduti tra gli italiani e i tedeschi, ma quasi altrettanti fra gli alleati dell'Ottava Armata.
La follia della guerra non risparmia nessuno. Questo va ricordato per tutti.
Magari anche con una canzone.
P.S.: Nell'autunno 1944 le truppe alleate fecero una parata in grande stile a Riccione lungo viale D'Annunzio, con cornamuse e tamburini, per celebrare il superamento della linea gotica.
C'è qualcuno che ne ha una fotografia? O riesce a trovarne una?




Etichette: , , , ,




This page is powered by Blogger. Isn't yours?